Giorno del Ricordo

MANTOVA – Sono in programma sabato 10 febbraio gli eventi del Giorno del Ricordo per commemorare le vittime delle foibe. Alle 10 sarà depositata una ghirlanda nei giardini dedicati alle vittime delle foibe, vicino al castello di San Giorgio. Alle 11 all’Auditorium del Conservatorio Campiani, in via Conciliazione 33, si terrà la cerimonia commemorativa. Interverranno il sindaco di Mantova Mattia Palazzi, il presidente della Provincia Beniamino Morselli e il presidente del consiglio comunale Massimo Allegretti. Saranno riuniti anche le autorità cittadine, i consiglieri comunali e provinciali di Mantova, gli assessori, le associazioni dei profughi e i cittadini interessati a seguire la rievocazione dei massacri avvenuti a Trieste, in Istria e in Dalmazia. La prolusione sarà affidata al professor Andrea Di Michele ed avrà come titolo: “Il confine orientale nella storia europea del Novecento”. Il relatore è nato a Bolzano nel 1968, lavora come storico e archivista presso l’Archivio provinciale di Bolzano e dal 2010 è docente di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Sociologia e ricerca sociale dell’Università di Trento. Nel 2000 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca con una tesi dal titolo “L’italianizzazione imperfetta. L’amministrazione pubblica dell’Alto Adige tra Italia liberale e fascismo”. Il libro, frutto della tesi di dottorato, è stato inserito nella rosa di sei opere degne di particolare menzione del premio Anci Storia 2004. Nel 2006 ha conseguito il diploma in Archivistica, paleografia e diplomatica presso l’Archivio di Stato di Bolzano. Dal 2003 è membro del direttivo dell’associazione Storia e Regione – Geschichte und Region di Bolzano e del comitato di redazione dell’omonima rivista. È stato membro del comitato scientifico per la preparazione del convegno annuale della Sissco dal titolo Confini, tenutosi a Bolzano nel 2004. Ha curato la mostra Legionari sui fascisti italiani alla guerra di Spagna, che nel 2007–2008 è stata esposta a Barcellona, Roma, Bolzano e altre località e il cui catalogo è uscito in versione italiana e tedesca, spagnola e catalana.  Dal 2013 fa parte della redazione della rivista della Sissco “Il mestiere di storico”. E’ stato autore di numerose pubblicazioni storiche.