MANTOVA – L’associazione italo-cinese Wanquan Diecimila Sorgenti, è pronta per regalarci anche quest’anno i colori, i profumi e la magia dell’oriente col Mulan Festival 2018 in programma al Palabam sabato 24 e domenica 25 marzo. Nato nel 2014, il Festival è cresciuto in modo esponenziale negli anni, contribuendo così sempre più maggiormente a diffondere la cultura cinese, spaziando dalla pittura alla danza, dalle arti marziali alla cucina. Lo scopo del festival e dell’associazione, è proprio quello di far conoscere la Cina agli italiani e viceversa, rafforzando così i rapporti tra la città virgiliana e il paese del dragone. Da parte di alcune città cinesi, sono già partiti gli inviti per ospitare il sindaco di Mantova Mattia Palazzi e una delegazione del Comune, per stringere dei veri e propri gemellaggi tra le città.

Gloria Wang, la presidentessa dell’associazione organizzatrice, assicura una due giorni ricca di eventi e novità. Sabato 24, dopo la cerimonia di apertura alle 15.30, si assisterà non solo a spettacoli di danza tradizionale, canto e Kungfu cinesi, ma anche ad esibizioni di Hip-Hop con ospite il ballerino internazionale Niako, e esibizioni delle scuole di arti marziali mantovane, ad opera del Csi, il Centro Sportivo Italiano.

Oltre a queste ultime, sono molte le associazioni locali che daranno il proprio contributo allo svolgersi delle giornate. “Il Centro Culturale Artisti Madonnari – spiega la presidente Valentina Sforzini – insegnerà l’arte del gessetto tramite due laboratori per bambini e ragazzi, sabato dalle 16 e domenica dalle 15. Inoltre è stato indetto un concorso di pittura che si svolgerà sabato per i ragazzi delle scuole, e domenica per gli altri artisti, con premi in materiale pittorico e denaro.

Il Mulan Festival punta molto sui giovani, il Dirigente dell’Istituto Comprensivo Mantova 1 Roberto Archi, ha sottolineato nella conferenza stampa di presentazione, quanto sia importante la collaborazione tra le scuole e il Festival, per la creazione di attività collaterali tramite l’Istituto Confucio presso l’Università Cà Foscari di Venezia. I volontari provenienti dagli istituti Bonomi, Mantegna e licei artistici di Mantova e Guidizzolo, saranno circa 200.

Mulan FestivalIn ogni Festival che si rispetti non può mancare la cucina, soprattutto se questo è organizzato nel territorio mantovano. Durante tutta la manifestazione saranno aperti un ristorante cinese e un ristorante indiano. Ma le specialità orientali non saranno solo da gustare, perché sarà anche possibile imparare a farle grazie agli showcooking in programma sabato alle 17 e domenica alle 10.30 e alle 16.30. Gli chef insegneranno a come fare i tipici ravioli cinesi. Il programma completo, gli orari e i prezzi d’ingresso, sono disponibili sul sito www.mulanfestival.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *