Disabilità

MANTOVA – Per poter avere accesso alla misura regionale B2 per la grave disabilità e la non autosufficienza di persone assistite a domicilio DGR 7856/2018 è necessario partecipare al bando che è stato aperto il 16 aprile e che termina il 7 maggio. Le domande si ricevono presso il Comune di Mantova dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12. La graduatoria sarà disponibile dal 1 giugno 2018.

I criteri di accesso sono:

  • essere residente in uno dei Comuni del Distretto di Mantova;
  • di qualsiasi età, al domicilio, che evidenziano gravi limitazione della capacità funzionale che compromettono significativamente la loro autosufficienza e autonomia personale nelle attività della vita quotidiana, di relazione e sociale (punteggio della scheda triage uguale o superiore a 5);
  • in condizione di gravità così come accertata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della legge 104/1992 oppure beneficiari dell’indennità di accompagnamento di cui alla legge n.18/1980
    con un Isee non superiore a 15.000 euro; nel caso di progetti di vita indipendente, il valore Isee è non superiore a 20.000 euro (l’Isee di riferimento è l’isee socio-sanitario ovvero Isee ordinario e in caso di minori isee minori).

Gli interventi che si possono richiedere sono:

  • Buono sociale mensile, anche a diversa intensità, finalizzato a compensare le prestazioni di assistenza assicurate dal caregiver familiare (auto-soddisfacimento) fino ad un importo massimo di € 800;
  • Buono sociale mensile, di importo compreso tra € 400,00 e € 800,00, ponderato sul base del monte ore lavorative previste dal contratto, finalizzato a compensare le prestazioni di assistente famigliare impiegato con regolare contratto;
  • Buono sociale mensile, fino ad un massimo di € 800,00 per sostenere progetti di vita indipendente di persone con disabilità fisico-motoria grave o gravissima, con capacità di esprimere la propria volontà, di età compresa tra i 18 e i 64 anni, che intendono realizzare il proprio progetto senza il supporto del caregiver familiare, ma con l’ausilio di un assistente personale, autonomamente scelto e con regolare contratto;
  • Voucher sociali per sostenere la vita di relazione di minori con disabilità con appositi progetti di natura educativa/socializzante che favoriscano il loro benessere psicofisico (es. pet therapy, attività motoria in acqua, frequenza a centri estivi, ecc). Non sono finanziabili con tale tipologia di voucher i costi relativi ad attività connesse alla frequenza scolastica ivi compreso pre e post scuola o attività di trasporto.

Sul sito del comune è consultabile la documentazione necessaria