VILLANOVA DE BELLIS – Rispettare la tradizione non significa essere ripetitivi. Ovvero, mantenere il legame con tutto ciò che è caratteristico di un luogo vuol dire mantenere vivo il ricordo. Anche un piatto di tortelli può diventare motivo di doverosa consuetudine.

E ancora di più popolare quando, oltre a essere un piatto da gustare a tavola, si trasforma in galeotto compagno di incontri e di amicizie. Lo sanno molto bene il presidente Daniele Filippozzi, i soci e i volontari della Nuova Unione Sportiva di Villanova de Bellis (in territorio del Comune di San Giorgio Mantovano) che per la 35esima edizione valorizzano la cucina virgiliana. Sabato 25 e domenica 26 agosto nella spaziosa e suggestiva sede della benemerita società torna la “Festa dal turtel”. Sfoglia fatta rigorosamente in casa, zucca lavorata a mano e preparata come ingrediente di assoluta qualità per garantire a tutti l’occasione di mangiare un piatto principe della tradizione.

Questa festa arriva puntualmente in coda all’estate ed è da sempre particolarmente attesa. Senza alcun dubbio unica, nel suo genere, tale da vantare una tipicità imbattibile: il tortello di zucca che qui viene confezionato è brevettato come originale mantovano, e di recente ha peraltro ottenuto il prestigioso riconoscimento di De.Co. Le circa 100 donne che, nei cinque giorni che precedono il prelibato appuntamento di fine stagione, lavorano, con la consueta passione ed entusiasmo, per preparare tortelli per 30 quintali di zucca, in questo speciale week end possono avere soddisfazione della loro fatica culinaria, grazie al riscontro del numerosissimo pubblico.

La 35a “Festa dal turtel” prende il via la sera di sabato 25 con l’apertura degli stand gastronomici alle ore 19 mentre dalle 21 si ballerà con l’Orchestra “Il Mulino del Po”.
Domenica 28, sempre alle ore 21, la cena e i balli saranno allietati dal maestro Roberto Polisano e dalla sua orchestra. In questa giornata festiva è possibile sedersi a tavola per il pranzo dalle ore 12 alle 14. Se il tortello di zucca è al centro dell’attenzione dei buongustai, anche altri piatti si possono trovare nel menu: non manca il risotto mentre, tra i “secondi” ci sarà l’hamburger con patatine fritte, il filetto di maiale alla piastra sempre con patatine e il grana con mostarda. E il bere non farà di certo sfigurare le pietanze con la lista dei vini e delle birre alla spina. Stand e giochi completano l’offerta di svago e intrattenimento per giovani e famiglie che da sempre la Nuova Unione Sportiva di Villanova de Bellis sa mettere in campo con generosità e competenza. In caso di maltempo, si potrà comunque mangiare nella zona al coperto.

One thought on “Festa dal Turtel, due giorni nel regno dei piatti della tradizione fatti in casa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *