La spesa per i regali natalizi resta invariata, ottimismo tra i commercianti

Quest’anno gli italiani spenderanno per i regali di Natale 171 euroa testa, cifra sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno. E’ quanto emerge dallaconsueta analisi dell’Ufficio Studi di Confcommercio presentata mercoledì 12 dicembre. Si tratta di una spesa resa possibile in gran parte da un ammontare di tredicesime pari a 27 miliardi.

Quest’anno gli italiani spenderanno per i regali di Natale 171 euro a testa, cifra sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno. E’ quanto emerge dallaconsueta analisi dell’Ufficio Studi di Confcommercio presentata mercoledì 12 dicembre. Si tratta di una spesa resa possibile in gran parte da un ammontare di tredicesime pari a 27 miliardi.

A fare regali sarà l’86,3% (86,1% nel 2017), mentre cala la quota di quanti prevedono un Natale dimesso (70% contro il 71,2 del 2017) e di quanti la ritengono una spesa piacevole (44,8% contro 46,7). L’intero mese di dicembre “vale” il 10% delle vendite dell’anno, per un totale di consumi complessivi  pari a 100 miliardi di euro, anche se è in forte aumento il mese di novembre grazie a iniziative come il “black friday” o il “cyber monday”. Tra i prodotti più venduti a dicembre, l’elettronica di consumo, prodotti per l’informatica, giocattoli e articoli per il tempo libero, intorno al 13%, abbigliamento e calzature, che si attestano ad un 11%.

Anche nel mantovano il trend si conferma stabile in questa prima metà di dicembre. Gli imprenditori dei vari settori (moda e calzature, gioielleria e orologeria, ottica, oggettistica e giocattoli), aderenti a Confcommercio Mantova sono fiduciosi in un’impennata delle vendite dopo la liquidazione delle tredicesime, quando i mantovani avranno maggiore capacità di spesa. Solo allora si potrà fareun bilancio esatto dello shopping natalizio 2018. Bene invece i pubblici esercizi, che vedono concentrate le prenotazioni a Natale e Capodanno.

Rispondi