Capodanno Cinese, bye-bye Cane, benvenuto Maiale. Le celebrazioni a Milano: dalla parata in via Sarpi all’AperiPorco

Martedì 5 febbraio 2019 la comunità cinese celebra il passaggio dall’anno del Cane a quello del Maiale, in Cina così come nel resto del mondo, inclusa Milano. Fulcro dei festeggiamenti è come sempre la Chinatown milanese per eccellenza, ovvero via Paolo Sarpi, dove ogni anno si tiene la tradizionale e coloratissima parata.

MILANO – Il 5 febbraio 2019 festeggeremo il nuovo anno cinese, dopo aver passato un anno del Cane piuttosto movimentato di Yang, il 2019 sarà l’anno del Maialein in Yin. Sarà quindi un anno all’insegna della prosperità finanziaria. Il Capodanno cinese è in realtà la definizione occidentale per quella che in Cina viene chiamata la Festa di Primavera Capodanno lunare.
Il calendario cinese si definisce lunisolare e come tale indica come inizio di ogni mese il novilunio: dipendendo dalla luna, i mesi (e di conseguenza il capodanno) possono subire una variazione di più o meno 29 giorni. Il Capodanno cinese deve coincidere infatti con la seconda luna nuova dopo il solstizio d’inverno: di conseguenza questa data, seguendo il calendario gregoriano, è tra il 21 gennaio e il 19 febbraio.

Nella tradizione cinese, ai diversi anni sono ciclicamente assegnati dodici differenti animali. La leggenda narra che questi animali (il topo, il bue, la tigre, il coniglio, il drago, il serpente, il cavallo, la capra, la scimmia, il gallo, il cane e il maiale), siano stati selezionati in quanto hanno risposto alla chiamata del Buddha. Ognuno di questi animali, secondo l’astrologia cinese, ha delle caratteristiche particolari che influenzano in modo importante anche i tratti del carattere delle persone nate sotto il loro segno. Se siete nati nel 1923, 1935, 1947, 1959, 1971, 1983, 1995 o nel 2007, il vostro segno zodiacale cinese è proprio il Maiale e, secondo le antiche superstizioni cinesi, il 2019 vi metterà davanti diverse sfide da affrontare. Per l’astrologia cinese infatti, l’anno del proprio segno non è sinonimo di fortuna. Le persone nate sotto il segno del Maiale sono diligenti, compassionevoli e generose. Sono dotate di grande concentrazione e determinazione: una volta che si sono posti un obiettivo, impiegano tutte le loro energie per raggiungerlo. Raramente chiedono aiuto quando sono in difficoltà, ma sono sempre pronti a dare una mano agli altri. Le persone del Maiale non sono sospettose e spesso tendono a essere ingenue, caratteristica che le rende bersaglio facile per gli inganni.

Anche in Italia si festeggia il Capodanno, specialmente a Prato, dove la comunità cinese è la più grande, passando per Roma, Napoli e il capoluogo lombardo noto per la sua Chinatown. Domenica 10 febbraio Milano si trasforma in una città cinese. In via Paolo Sarpi prenderà vita, come ormai da qualche anno, la tradizionale parata in costume, uno spettacolo variopinto dove a spiccare è il colore rosso (narra la leggenda che serve a spaventare Nian, il mostro che una volta all’anno esce dalla sua tana per invadere i villaggi), tra dragoni di carta, ombrellini colorati, figuranti, musica e danze tradizionali. L’appuntamento è alle 14 in Piazza Gramsci (M5 Gerusalemme): da qui la parata sfilerà lungo via Paolo Sarpi, che per tutto il giorno sarà agghindata con le tipiche decorazioni rosse che in Cina simboleggiano l’augurio di un buon anno. In via Signorelli 13, dietro via Sarpi, Biofficina organizza l’AperiPorco, un evento gastronomico il cui motto è “nell’anno del Maiale non si butta via niente“. In collaborazione con Social Street Paolo Sarpi, Sarpi Drinks e Sarpi Food Tour: dalle 17 alle 23 si festeggia il Capodanno Cinese mangiando, ovviamente, maiale. Il menù comprende infatti il mitico panino con la salamella (6 euro), con salame o prosciutto crudo (4,50 euro), porcadas (5 euro) e grigliate di carne (12 euro).

Martedì 19 febbraio, l’Istituto Confucio dell’Università di Milano organizza un incontro dedicato all’arte della calligrafia. Un docente insegnerà ad adulti e bambini a scrivere alcuni caratteri cinesi e scoprire i “quattro tesori della calligrafia”. Per partecipare al laboratorio è d’obbligo l’iscrizione inviando una mail a: info.confucio@unimi.it e indicando nell’oggetto della mail Laboratorio di calligrafia.

Per la prima volta il Capodanno Cinese conquista anche il cuore del Quadrilatero della Moda: dal 3 al 10 febbraio, infatti, MonteNapoleone District organizza MonteNapoleone Chinese New Year. Lungo via Montenapoleone sarà allestita la mostra fotografica dell’artista cinese Liu Bolin, conosciuto anche come The Invisible Man. Combinando performance e fotografia, nelle sue installazioni si mimetizza con l’ambiente per analizzare la tensione che esiste tra l’individuo e la società. In collaborazione con la Fondazione Italia Cina, mercoledì 6 febbraio, dalle 15 alle 18, presso la Sala Orlando dell’Unione Confcommercio, si terrà il forum Consumi, turismo, lusso: i driver dell’economia cinese all’epoca di Xi Jinping. L’appuntamento avrà come focus il mercato cinese nel settore retail e vedrà la partecipazione di Francesco Boggio Ferraris, direttore della Scuola.

Anche la compagnia aerea di Hong Kong, la Cathay Pacific, parteciperà ai festeggiamenti con un maiale gonfiabile alto oltre 3 metri installato in largo La Foppa fino al 10 febbraio.

I collegamenti tra Mantova e Milano sono molteplici, oltre all’Autostrada A4 Milano-Venezia, raggiungibile tramite lo svincolo con la A22 direzione Brennero, i treni diretti sono numerosi e a tutte le ore. Inoltre, acquistando il biglietto speciale Io viaggio ovunque in Lombardia valido 1 giorno, al costo di 16,50 euro avrete andata, ritorno e tutti i mezzi pubblici lombardi, compresi metro e tram. Tutte le informazioni sul sito Trenord e Regione Lombardia.