Nuova fiction Mediaset a Mantova, venerdì 22 e sabato 23 febbraio i casting

La serie di 8 puntate sarà ambientata tra Roma e Mantova. “Il processo” avrà come protagonisiti Vittoria Puccini e Francesco Scianna.

La serie di 8 puntate sarà ambientata tra Roma e Mantova. “Il processo” avrà come protagonisiti Vittoria Puccini e Francesco Scianna.

MANTOVA – La nostra città torna ad essere un set cinematografico grazie alla nuova fiction di MediasetIl processo“, la prima ad essere prodotta da Lucky Red. Le riprese inizieranno inizieranno l’11 marzo e tra i set ci saranno Palazzo Te e le nostre piazze principali. “Il processo”, un legal thriller che svelerà in 8 episodi i misteri legati all’omicidio di una 17enne, sarà diretto dal regista Stefano Lodovichi, e vedrà come attori protagonisti Vittoria Puccini e Francesco Scianna.

La produzione sta cercando comparse, per ruoli semplici o speciali. I casting sono in programma presso il cinema Mignon in via Gaetano Benzoni, 22 a Mantova, venerdì 22 e sabato 23 febbraio dalle ore 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 18. Si cercano uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Per partecipare è necessario arrivare muniti di fotocopia del documento di identità, del codice fiscale e dell’iban bancario.

Conosciamo meglio gli attori protagonisti de “Il Processo”:

Vittoria Puccini

Francesca Puccini è nata a Firenze il 18 novembre 1981. Una volta conseguita la maturità classica, sceglie di iscriversi alla facoltà di Giurisprudenza. Durante una vacanza a Milano, decide di fare un provino per “Tutto l’amore che c’è” (1999), di Sergio Rubini. Inaspettatamente, il regista rimane molto colpito dalla sua interpretazione e la scrittura come una delle tre sorelle milanesi, ‘Gaia’ appunto. Accantonati del tutto i sogni forensi, si trasferisce a Roma per studiare recitazione e inizia la gavetta destreggiandosi tra il piccolo e il grande schermo. Sarà la TV a renderla nota presso il grande pubblico, con il famosissimo personaggio di ‘Elisa’ in “Elisa di Rivombrosa”(2003), di Cinzia TH Torrini, e nel suo seguito. Personaggio che le vale anche la vittoria del premio Telegrolla d’Oro come miglior attrice di fiction. Viene scritturata dal cinema d’autore e lavora con Pupi Avati in “Ma quando arrivano le ragazze?”(2005), per cui riceve il Premio Diamanti al Cinema come miglior attrice protagonista presso la Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2009 è ‘Giulia’ in “Baciami ancora”, seguito de “L’ultimo bacio”, girati entrambi da Gabriele Muccino, e recita nel film TV “Tutta la verità”, sempre della Torrini, per cui ottiene il Premio come Migliore Attrice per la categoria miniserie al Roma Fiction Fest 2010. Mentre, nel 2012, collabora con Ferzan Özpetek in “Magnifica presenza” e con Stefano Mordini in “Acciaio”, presentato in occasione della 9° edizione delle ‘Giornate degli Autori/Venice Days’ alla 69° Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia. Sempre al Lido è stata madrina nella 68ma edizione.

Francesco Scianna

Francesco Scianna, nato a Palermo il 25 marzo 1982, comincia la propria carriera di attore in teatro, debuttando nel 1997 con il recital di poesie di Salvatore Quasimodo, “C.E.I.”. In seguito partecipa a molte altre opere e si diploma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Nel 2002 esordisce nel cinema con Il più bel giorno della mia vita di Cristina Comencini, a cui fa seguito L’odore del sangue, regia di Mario Martone, del 2004. Dopo questi film gira alcune fiction televisive: La luna e il lago, regia di Andrea Porporati, film tv in onda nel 2006 su Rai Uno, e la miniserie tv di Canale 5, Il capo dei capi. Il grande successo arriva nel 2009 quando interpreta il ruolo di Peppino Torrenuova, protagonista maschile del film Baarìa, con la regia di Giuseppe Tornatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *