La sicurezza è al primo posto, grazie all’iniziativa di Confcommercio

E’ attivo dal 1° aprile scorso il servizio di vigilanza privata promosso da Confcommercio Mantova in collaborazione con l’istituto bresciano Vigilanza Group. Una cinquantina di attività del capoluogo hanno infatti aderito alla proposta dell’associazione.

E’ attivo dal 1° aprile scorso il servizio di vigilanza privata promosso da Confcommercio Mantova in collaborazione con l’istituto bresciano Vigilanza Group. Una cinquantina di attività del capoluogo hanno infatti aderito alla proposta dell’associazione.

MANTOVA – Sono circa una cinquantina le imprese del capoluogo che hanno aderito alla proposta dell’associazione di contribuire al meritevole operato delle Forze dell’Ordine con un controllo dinamico delle attività commerciali del centro da parte di Guardie Particolari Giurate (GPG), professionisti che ogni notte compiono due perlustrazioni nel cuore della città per controllare gli esercizi convenzionati.

“Legalità e sicurezza sono temi che ci vedono impegnati in prima fila e sui quali l’attenzione deve restare massima, anche perché rappresentano la pre-condizione indispensabile per poter fare impresa – afferma il direttore di Confcommercio Nicola Dal Dosso – La criminalità è un grave ostacolo allo sviluppo e in uno scenario come l’attuale di imprese già stremate da anni di crisi, le risorse sottratte dalla criminalità sotto forma di furti o rapine, contraffazione e abusivismo risultano ancora più dannose e intollerabili, gravando gli imprenditori di una sensazione di insicurezza che rende più pesante la loro già difficile quotidianità”.

“Abbiamo deciso di impegnarci in questo progetto a seguito dei sempre più numerosi episodi criminali a danno delle attività commerciali cittadine, per fornire una risposta concreta al senso di insicurezza avvertito dagli operatori – spiega la referente dell’iniziativa Cristina Cominotti – Riconosciamo e apprezziamo gli sforzi profusi quotidianamente da tutte le Forze dell’Ordine per presidiare il territorio e contrastare la microcriminalità, ma abbiamo l’esigenza di contribuire anche privatamente, per quanto possibile, alla tutela delle nostre attività”.

La convenzione tra Confcommercio e Vigilanza Group comporta alcuni vantaggi, innanzitutto economici: “fare massa critica permette di rendere accessibili costi altrimenti insostenibili. Le ricognizioni dei vigliante si estendono in un’area delimata da un lato da Corso Vittorio Emanuele e dall’altro da piazza Sordello, ma il servizio è improntato alla massima flessibilità e può essere potenziato”.

“L’iniziativa di Confcommercio Mantova è molto positiva e va a sostegno del sistema della sicurezza cittadina. Forze dell’Ordine e Polizia Locale coordinati da Questura e Prefettura sono sempre in prima linea per assicurare controlli continuativi  in tutta la città ed hanno portato ad una riduzione drastica dei reati nel corso degli ultimi anni. Il servizio di vigilanza di Confcommercio permetterà di incrementare il presidio del centro storico” afferma Iacopo Rebecchi, assessore alla Legalità e alla Polizia Locale del Comune di Mantova.

 “Il servizio nasce per rispondere in maniera efficace alle esigenze di sicurezza avvertite dagli imprenditori di Confcommercio, accumunati dallo stesso rischio e dall’avere attività e proprietà attigue fra loro – aggiunge Rosa Frassine, direttore commerciale di Vigilanza Group – Nello specifico, il nostro istituto mette a disposizione una pattuglia di Guardie Giurate dedicata al controllo continuo delle proprietà aderenti al servizio che, durante gli orari notturni, effettua bonifiche continue ed alternate sulle diverse realtà presidiando in maniera dinamica le stesse. Il vantaggio è sicuramente quello di usufruire di un servizio di monitoraggio costante con costi distribuiti su tutti gli associati. La presenza di pattuglie che percorrono le strade del centro, con auto serigrafate – continua Frassine – costituiscono un forte elemento di disturbo, deterrenza e producono silenziosamente ma efficacemente una molteplicità di interventi di sussidiarietà, senza sconfinamenti in altri compiti. Le Guardie giurate hanno una preventiva conoscenza degli obiettivi da vigilare e ogni operatore è dotato degli strumenti ordinari di difesa, dell’autovettura serigrafata di servizio e degli strumenti immediati di comunicazione radio e telefonica. Il personale è costantemente in contatto con la Centrale operativa che, in ogni istante, è in grado di conoscere la posizione della GPG grazie al sistema di bordo di cui è dotato ogni operatore, e potrà così dirigere e coordinare ogni attività ordinaria e di emergenza”.

Rispondi