A Palazzo d’Arco va in scena il canto con le Armonie Celesti del Coro Livia d’Arco

MANTOVA – Il terzo appuntamento della rassegna Sere d’Estate a Palazzo D’Arco 2019 ha come protagonista il canto: martedì 11 giugno alle ore 21,15 nella splendida cornice del cortile d’onore si esibisce il Coro “Livia D’Arco” con un concerto corale che, attraverso la musica, la poesia e le immagini, ci conduce all’osservazione e all’ammirazione della volta celeste, popolata dagli astri e dalle figure mitologiche che animano le suggestioni e i sentimenti che il paesaggio notturno suggerisce. Ritmi rinascimentali, alternati alle sonorità luminose di Mozart, Faurè, Satie e di Debussy, si intrecciano a letture avvincenti di scritti e poesie di grandi autori antichi e moderni quali Saffo, Shakespeare, Baudelaire, Verlaine, Odifreddi. Ad accrescere l’emozione dell’ascolto, la proiezione di splendide immagini di corpi celesti, per un coinvolgimento sensoriale totale nella evocativa cornice della bellissima esedra di Palazzo d’Arco. Lo spettacolo è ideato e realizzato dall’Associazione Culturale “Livia d’Arco” di Mantova con la collaborazione del Professor Luciano Luppi, presidente dell’Associazione Astrofili Mantovani dell’Osservatorio astronomico di San Benedetto Po. Gli esecutori: Antonella Antonioli, Soprano; Alfredo Scalari, Pianoforte; Fiorenza Tellini, “Voce recitante”; Coro polifonico “Livia d’Arco” diretto dal Maestro Roberto Fabiano. Lo spettacolo nasce in collaborazione l’Associazione Astrofili Mantovani di San Benedetto Po.

Nato a Mantova nel marzo del 2013 in seno all’omonima Associazione culturale, il Coro polifonico Livia d’Arco è composto da 50 coristi. E’ diretto dal M° Roberto Fabiano, flautista di caratura internazionale e docente di Conservatorio, in collaborazione con il direttore artistico Antonella Antonioli, pianista,  clavicembalista, cantante e docente di pianoforte presso il Liceo Musicale “Isabella d’Este” di Mantova.

Il coro “Livia d’Arco” vanta un repertorio classico di musica sacra e profana che spazia dal ‘500 al ‘900. Esegue concerti in tutto il territorio mantovano e oltre i suoi confini, specie nella regione Emilia ove è tradizionale ospite nella Rassegna Concertistica ‘Musica intorno al Fiume’. Svolge un’intensa attività concertistica presentandosi, a seconda del repertorio e del luogo, con accompagnamento pianistico oppure insieme all’orchestra da camera ‘I Musici di Parma’ con la quale collabora dal 2013. Per realizzare i numerosi progetti di carattere sociale, portando la musica presso strutture di assistenza e ricovero, all’interno del coro “Livia d’Arco” si è recentemente costituito il “Petit ensemble”, piccolo gruppo vocale-strumentale condotto da giovanissimi musicisti. L’attività annuale si esprime con la massima visibilità nell’eccellenza del  Concerto di Natale che si svolge ogni anno la sera del 25 dicembre presso il Duomo di Mantova.

Il concerto è offerto con lo scopo di realizzare uno degli obiettivi dall’Associazione culturale “Livia d’Arco” che, oltre a promuovere attività di studio e ricerca in campo musicale, intende essere al servizio della comunità, sia nella formazione, sia nella divulgazione. In tale occasione, l’Associazione “Livia d’Arco” promuove e valorizza giovani talenti offrendo loro l’opportunità di esibirsi in concerti solistici con orchestra. Nel 2016 ha prodotto un DVD della “Messa dell’Incoronazione” di Mozart per Soli, coro e orchestra, e nel 2018 un DVD tutto vivaldiano e nel 2017 ha eseguito, in prima assoluta, sempre in Duomo, “Omaggio a Vavilov”-Ave Maria, composizione per coro e orchestra scritta  espressamente per il coro “Livia d’Arco” dal compositore salernitano Maurizio Giannella. Il coro “Livia d’Arco” annualmente organizza per i coristi un corso di alfabetizzazione musicale, teoria, solfeggio e vocalità.

I posti non sono numerati  e i biglietti verranno messi in vendita solo la sera dello spettacolo a partire dalle ore 20. In caso di pioggia, lo spettacolo sarà rimandato alla sera successiva. Quest’anno la Fondazione D’Arco offre al pubblico presente la possibilità di partecipare, nella sera stessa di ogni evento nel cartellone delle “Sere d’Estate a Palazzo d’Arco”, ad una visita speciale alla affascinante mostra “Lo spirito delle cose. Argenti e preziosi dei conti d’Arco”, allestita in alcune sale di Palazzo d’Arco, con biglietto di ingresso ridotto del 50%. Questa visita, che si svolge dalle 20.30 alle 21.15, in tempo quindi per assistere per intero allo spettacolo, può essere riservata ovviamente ad un numero limitato di 25 partecipanti e deve obbligatoriamente, a differenza dello spettacolo, essere prenotata. L’iter da seguire per cogliere questa opportunità è dunque il seguente: prenotare la visita serale alla mostra al Museo di Palazzo d’Arco al numero 0376/322242 e arrivare alle 20 circa a Palazzo d’Arco per acquistare il biglietto intero per lo spettacolo, che va poi obbligatoriamente esibito alla biglietteria di Palazzo d’Arco per usufruire dell’ingresso scontato alla mostra. Info : www.teatro-campogalliani.it