La musica ha riempito i cuori e la piazza: successo per Calcutta e Radio Bruno Estate 2019

Venerdì 12 luglio in 4mila per Calcutta, sabato 13 oltre 8mila per il Radio Bruno Estate 2019

Testi e foto su Calcutta di Chiara Savignano, testi su Radio Bruno Estate di Cristian Giacomini e foto di Roberto Fontana.

MANTOVA – E’ stato un fine settimana davvero emozionante quello che ha visto sul palco in piazza Sordello, esibirsi venerdì 12 luglio il cantante trentenne Calcutta e sabato 13 la parata di stelle ospiti del Radio Bruno Estate 2019.

Sono stati accontentati tutti, grandi e teenagers, molti dei quali hanno affollato la piazza in tutte e due le serate. I quattromila accorsi in Piazza Sordello per il concerto di Edoardo D’Erme, in arte Calcutta, non si sono risparmiati durante l’ora e mezza di musica proposta dal cantautore di Latina.

L’hanno atteso, hanno cantato insieme a lui e si sono emozionati. Una piazza in festa, a ritmo di indie ed influenze pop. Calcutta mette d’accordo un po’ tutti: ragazzi giovani, adulti e famiglie. Un po’ i suoi testi, un po’ la sua musica, un po’ il suo modo di fare, mai altezzoso, ma sempre cordiale e composto. Un mix che piace. Nel giro di pochi anni Calcutta è passato da “giovane promessa” a cantante acclamato in piazze e web. Difficile resistere. Canzoni orecchiabili, testi che coinvolgono e che scandiscono momenti di vita vera e vissuta.

Si scatena la piazza con i grandi successi quali “Paracetamolo”, “Oroscopo” o “Kiwi”. Una sola voce, un tutt’uno con l’artista sul palco vestito in modo semplice e con l’immancabile cappellino, senza seguire mode o schemi.

A precedere il cantautore laziale, Giorgio Poi, compagno di etichetta ed esponente del mondo indie. Il pubblico ha apprezzato particolarmente le sue proposte, ha accompagnato con trasporto note e parole. Una bella scoperta per qualcuno, un’ottima conferma per chi già lo seguiva.

Un duetto tra Calcutta e Poi ha regalato un’atmosfera particolare in piazza. Un’atmosfera da “cuore a mille”, come recita proprio un verso di una delle canzone più coinvolgenti di Calcutta. Ed il pubblico sembrava proprio non volersi più allontanare da quella piacevole sensazione che solo la musica sotto le stelle riesce a creare. Come per magia in una Piazza Sordello col sorriso sulle labbra.

Ha aperto il concertone di Radio Bruno Enrico Ruggeri, che dopo la sua hit Il treno va, ha emozionato con l’intramontabile Quello che le donne non dicono. I conduttori della kermesse Enzo Ferrari e Laura Padovani, hanno poi annunciato sul palco gli altri numerosi big della musica leggera: Anna Tatangelo, Benji & Fede, Dolcenera e gli Stadio. In scaletta anche alcuni cantanti usciti dalle edizioni passate di Amici di Maria de Filippi, come Biondo e Emma Muscat che hanno cantato prima singolarmente e poi in duetto. La potentissima voce del vincitore di Amici 2019 Alberto Urso ha invece riempito la piazza con due singoli, dopo l’inedito presentato nel talent, ha cantato supportato dal coro di voci proveniente dalle molte fans tra il pubblico, Accanto a te, scritto con un’altra finalista di Amici e già nota autrice: Giordana Angi.

Tripletta di singoli di successo anche per i Negrita che hanno lasciato spazio ai The Kolors, protagonisiti assoluti delle classifiche con Pensare male, brano interpretato assieme ad Elodie, putroppo assente, tra i più programmati in radio in questa piovosa estate.

Laura Padovani, Mattia Palazzi e Enzo Ferrari. Foto Roberto Fontana.

Sul palco di Radio Bruno anche il sindaco di Mantova Mattia Palazzi che ha ribadito come, grazie agli importanti nomi in cartellone, tra cui il maestro Ennio Morricone che ha diretto la sua orchestra qualche giorno fa a Palazzo te e Ben Harper, in programma in quella stessa piazza il 16 luglio, la città e i mantovani hanno un rapporto particolare con la grande musica, tornata protagonista da alcuni anni.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: