Dal 6 ottobre, torna la colonna sonora dell’inverno mantovano con Tempo d’Orchestra

MANTOVA – Oficina Ocm presenta la 27esima edizione di “Tempo d’Orchestra”. Da tradizione, la stagione concertistica dell’Orchestra da Camera di Mantova inaugurerà a inizio ottobre, con un concerto proposto in doppia data domenica 6 e lunedì 7 ottobre,  per garantire la partecipazione a tutti gli oltre 650 abbonati che la stagione vanta. Il cartellone distribuirà le sue 26 proposte cultural-musicali sull’arco di 7 mesi, lungo tutto l’autunno/inverno, andando a chiudersi a primavera inoltrata, venerdì 17 aprile 2020. Saranno 15 i concerti serali, di cui 10 affidati a orchestre e 5 a insiemi cameristici, 5 gli spettacoli musicali, programmati la domenica mattina per il pubblico delle famiglie, 6 le conferenze-concerto d’avvicinamento all’ascolto in orario tardo-pomeridiano. Il repertorio proposto è vasto e variegato, spazia da Bach a Sollima e Boccadoro, senza tralasciare autori Classici e Romantici e dando spazio al Novecento. La stagione ha il proprio l’epicentro a Mantova, con 23 appuntamenti tra Sociale e Bibiena, ma toccherà anche Castiglione delle Stiviere, Sabbioneta e Guastalla.

Le quattro produzioni dell’Orchestra da Camera di Mantova porteranno a Mantova i solisti Elisso Gogibedashvili, violino, Sivan Silver e Gil Garburg, duo pianistico, Alexander Lonquich, pianoforte, quest’ultimo impegnato nell’integrale dei Concerti di Beethoven in occasione dei 250 anni della nascita Beethoven, oltre ai direttori Michael Guttman e Nir Kabaretti. Tra gli ospiti più attesi figurano certamente Daniel Harding, direttore, che sarà al Teatro Sociale di Mantova a ottobre con la Chamber Orchestra of Europe, i violoncellisti Steven Isserlis e Giovanni Sollima (il primo atteso a marzo al Sociale con la Janacek Philharmonic Orchestra diretta da Dmitri Jurowski e il secondo lo stesso mese al Bibiena insieme con il mandolinista Avi Avital), il violinista Kristof Barati, il percussionista Simone Rubino, i violoncellisti Giovanni Gnocchi e Umberto Clerici, il clarinettista Tommaso Lonquich e i pianisti Gabriele Carcano e Claudio Martinez Mehner.

Cinque spettacoli musicali daranno vita al ciclo 2019/20 di “Madama DoRe – Musica formato famiglia”, che debutterà il 10 novembre e tornerà a far sperimentare, con regolare cadenza mensile, la magia di una domenica mattina a concerto, in un contesto affettivo ed intergenerazionale. Due saranno le produzioni di Oficina Ocm in quest’ambito, che proporranno all’ascolto “Il Carnevale degli Animali” di Saint-Saëns e “L’histoire de Babar” di Poulenc. Ai 5 appuntamenti a teatro, se ne affiancheranno altrettanti programmati il lunedì mattina e rivolti al pubblico delle scuole, come felicemente sperimentato nel 2018/19.

ParoleNote” – il tradizionale ciclo di incontri d’avvicinamento all’ascolto realizzato in collaborazione con l’Associazione Amici dell’Ocm – andrà a completare il cartellone di “Tempo d’Orchestra 2019/20”, portando nel Foyer del Teatro Sociale o al Teatro Bibiena musicisti, musicologi, compositori e giornalisti, individuati tra i più accreditati del panorama nazionale, come Giovanni Bietti, Emanuele Ferrari, Angelo Foletto, Oreste Bossini, Maurizio Baglini, Marco Scolastra, Federico Guglielmo, Andrea Padova, Gianluca Luisi, Marcello Mazzoni e Alexander Lonquich.

“Tra tutte le linee d’azione di Oficina OCM – centro di produzione e distribuzione musicale che mette la firma su iniziative varie: i concerti dell’Orchestra da Camera di Mantova, la stagione concertistica invernale, il festival Trame Sonore, iniziative per le famiglie e per le scuole, momenti divulgativi e d’avvicinamento all’ascolto – quella che porta, da 27 anni ininterrottamente, alla programmazione di “Tempo d’Orchestra” ritengo meriti un’attenzione speciale”, spiega il direttore artistico Carlo Fabiano, che prosegue: “La stagione concertistica invernale rimane un punto fermo e irrinunciabile nell’ambito delle nostre variegate progettualità: consente ai musicisti e al pubblico di tenersi in costante contatto e nutrirsi di musica durante tutto l’arco dell’anno. È la nostra passione più grande. Ringrazio perciò con particolare calore enti pubblici e privati che, credendo nel progetto, hanno concorso negli anni e concorrono ancora oggi a renderlo sostenibile. In primis, il Comune di Mantova da sempre patrocinatore e sostenitore di “Tempo d’Orchestra” – al fianco del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, Fondazione Cariverona (per il progetto “Fatti di Musica”), Fondazione Comunità mantovana, Fondazione BAM, Camera di Commercio di Mantova. Confindustria Mantova. Una menzione a sé meritano l’Associazione Amici dell’Ocm, immancabile e insostituibile partner, e la Corporate Membership OCM, il gruppo di aziende che sposano la filosofia dell’Orchestra: Marcegaglia, Truzzi, Pusterla 1880, Levoni, T.Consult, Rampi, Belleli Energy, Latteria Sociale Mantova, Siclafin”.

La campagna abbonamenti entra nel vivo da lunedì 16 settembre: fino a sabato 21 settembre coloro che la scorsa stagione hanno sottoscritto abbonamenti Omnia (inclusiva di tutti i concerti del cartellone) usufruiranno della priorità nella riconferma dei posti; mentre da lunedì 23 settembre la prevendita degli abbonamenti sarà aperta a tutti coloro che vogliano sottoscrivere un Omnia. Bisognerà attendere il 26 settembre per gli abbonamenti Smart (selezione di 6 concerti) e il 2 ottobre per i Prime Note (4 serate). Fino al 6 ottobre (data dell’inaugurazione) la biglietteria di Oficina OCM (Palazzo Castiglioni, piazza Sordello 12, Mantova – T. 0376 360476 – boxoffice@oficinaocm.com) sarà aperta con i seguenti orari: lunedì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18.

Informazioni sul sito ufficiale e sul pieghevole che puoi scaricare qui: