Le “Emozioni”, quelle nuove raccontate da Mogol. Il 29 settembre serata dedicata a Lucio Battisti

Mogol e amici celebrano l’artista raccontando gli aneddoti e cantando la sua musica che ha fatto storia. Inizio ore 21 al Teatro Bibiena.

MANTOVA – Sempre e ancora Lucio Battisti. Con l’ideale interlocutore: Mogol. Il poeta della musica italiana al Teatro Bibiena domenica 29 settembre – data monumentale – si racconta e racconta il sodalizio con il cantautore.
Sul palco Gianni Dall’Aglio e Massimo Luca. Carrellata di brani diventati di culto. Giulio Rapetti, in arte Mogol, ripercorrerà il sodalizio artistico con Lucio Battisti, in un’alternanza continua di musica e parole. Mogol rivivrà col pubblico i tanti aneddoti di una carriera senza eguali, rispondendo alle domande di Giovanni Pasetti, consigliere comunale con delega alla Cultura. Il ricavato della serata sarà devoluto ad Amicorene onlus, associazione che opera sul territorio mantovano in aiuto degli ammalati renali.

Ad impreziosire la serata, la presenza di altri due eccellenti musicisti che con Battisti hanno condiviso parte della sua carriera: il batterista mantovano  Gianni Dall’Aglio, che è anche il direttore artistico dello spettacolo, e il chitarrista Massimo Luca. Da”Aglio iniziò il suo sodalizio con Battisti alla fine degli anni ’60, fino al 1974. Sul palco del Bibiena salirà anche il bassista Franco Malgioglio, e ad interpretare gli intramontabili successi di Lucio Battisti, sarà uno degli ex allievi prediletti di Mogol al Cet: Gianmarco Carroccia.

Gianni Dall’Aglio e Mogol

Nell’intervista a Gianni Dall’Aglio che uscirà sulla Cronaca venerdì 27 settembre, anche l’artista mantovano ricorda Battisti: “Lucio mi chiedeva di suonare sulla mia batteria perché era un modo di stemperare tensioni durante le session. Io restavo ad ascoltare e lui sorridendomi si lasciava andare a ritmiche interessanti aspettando un mio ‘Bravo Lucio peccato che tu sia un cantante…’” .

Lucio Battisti e Mogol

Inizio serata alle ore 21. L’evento, patrocinato dal Comune di Mantova, avrà un risvolto benefico. Il ricavato della serata sarà devoluto ad Amicorene onlus, associazione che opera sul territorio mantovano in aiuto degli ammalati renali e per sensibilizzare la popolazione sul tema della prevenzione delle malattie renali e della donazione di rene da persone viventi. Il costo del tagliando d’ingresso è di 15 euro, con la prevendita già attiva alla biglietteria del Bibiena. L’obiettivo dell’associazione è l’allestimento di una sala di riabilitazione motoria nell’unità di emodialisi che sia facilmente utilizzabile dai pazienti in trattamento o a ricovero nel blocco D del Poma. Altri fondi saranno utilizzati per sostenere i trapianti renali e per l’aggiornamento scientifico e professionale di medici e infermieri. “L’amicizia tra me e Mogol risale ai tempi del Clan di Celentano – ricorda Gianni Dall’Aglio – Per me è sempre stato una sorta di fratello maggiore. Una persona profonda che con Battisti aveva creato una grande empatia. In eventi di questo tipo, attraverso la musica, riusciamo a portare avanti valori fondamentali come il donarsi. Sono sicuro che il pubblico canterà con noi”.

Rispondi