Venerdì 18 ottobre il poeta mantovano Stefano Prandini presenterà il suo libro “Il sale della terra”

MANTOVA – La Casa Editrice Gilgamesh alza il sipario su un evento che pone come protagonista il nuovo libro del poeta mantovano Stefano Prandini. “Il sale della terra” è una raccolta poetica che sviluppa nel contempo un percorso di ricerca interiore e un’analisi esistenziale profondamente radicata nelle diverse sfaccettature del vivere e dell’agire umano con un’attenzione marcata alla dimensione della fratellanza, della necessità di riconoscersi creature di Dio e parte di un disegno superiore, molto spesso incomprensibile alla ragione ed attingibile solo con il cuore, la fede e l’amore. L’opera si struttura in tre sezioni.

Nella prima, “Pulvis et umbra”, ciò che emerge è la fragilità della condizione umana, collocata in un mondo di macerie e rovine, di sofferenze e cadute, dove la ricerca di un varco, di una luce che conduca fuori dal tunnel è insieme un azzardo e una necessità per chi non vuole rassegnarsi a un’esistenza impersonale. Nella seconda, “Ai piedi della croce”, la poesia sconfina nella vera e propria preghiera, che non occulta il senso di debolezza, finitudine e angoscia umane ma individua un approdo che trascende la ragione, trovando nelle parole e nella memoria dell’infanzia una religiosità semplice e pura. La terza sezione, “Il sale della terra”, è un unico inno alla vita, che trova nell’immediatezza e violenza del vagito da cui sorge la forza per prorompere sempre, comunque e nonostante tutto, in una visione che non è affatto di lotta di tutti contro tutti, ma di fraterna condivisione perché per Prandini nessuno si salva da solo. Dal punto di vista formale, si tratta di liriche di struttura classica, che nella loro precisione e varietà metriche intendono accompagnare al senso del dire il ritmo e la musicalità delle parole. 

L’incontro, che si terrà venerdì 18 ottobre alle ore 18 nella Libreria IBS+Libraccio di via Verdi 50, a Mantova, sarà introdotto dall’editore Dario Bellini. A intervistare l’autore sarà Claudio Fraccari, critico letterario e insegnante di Italiano e Latino al Liceo Belfiore di Mantova.  Sarà poi dato spazio alle domande del pubblico. L’evento è a ingresso gratuito.