Sciopero generale il 25 ottobre contro Jobs Act e Fornero, fermi treni, metro, bus e aerei

ROMA – Con orario e modalità differenti da città a città e da regione a regione, venerdì 25 ottobre Cub e Sgb hanno proclamato uno sciopero generale di 24 ore, con le consuete fasce orarie di garanzia. I sindacati protestano per chiedere “di aumentare i salari e le pensioni, cancellare il Jobs Act e garantire lavoro stabile a tutti, ridurre l’orario di lavoro e i carichi di lavoro a parità di salario per rilanciare l’occupazione, cancellare la legge Fornero ed andare in pensione con 60 anni di anzianità o 35 di contributi”. L’agitazione interesserà tutti i settori pubblici e privati, comprese scuole, università, uffici, sanità e trasporti.

I treni si fermeranno a partire dalle ore 21 di giovedì 24 ottobre fino alle 21 di venerdì 25. Saranno in vigore le consuete fasce orarie di garanzia dalle ore 6 alle ore 9 e dalle ore 18 alle ore 21, durante le quali viaggeranno i treni compresi nella lista dei “Servizi Minimi Garantiti”. Giovedì 24 viaggeranno i treni con partenza prevista da Orario Ufficiale entro le ore 21 e che arrivano a  destinazione finale entro le ore 22. Trenord comunica che autobus sostitutivi “non-stop” saranno istituiti limitatamente ai soli collegamenti aeroportuali “Milano Cadorna – Malpensa Aeroporto” e “Malpensa Aeroporto – Stabio” in caso di non effettuazione dei treni. I treni a lunga percorrenza di Trenitalia potranno subire variazioni. Italo ha predisposto tutte le misure in linea con la normativa vigente atte a tutelare l’interesse dei viaggiatori. Tutte le informazioni sono disponibili sulle pagine web delle rispettive aziende e sulle applicazioni ufficiali.

A Milano Atm ha comunicato che l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio di superficie è prevista dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio mentre quella del personale viaggiante e di esercizio della metropolitana dalle 18 al termine del servizio. Situazione più critica a Roma, dove ad incrociare le braccia saranno anche i dipendenti di Atac, Ama, Roma Metropolitane e Roma Multiservizi. A rischio dunque trasporti, raccolta dei rifiuti e scuole, ma anche mense, pulizie e farmacie comunali.

Per quanto riguarda gli aerei, Enav informa che venerdì 25 ottobre, dalle ore 13 alle 17, sono previsti alcuni scioperi a livello nazionale indetti dalle organizzazioni sindacali Filt, Fit, Uiltrasporti, Ugl-Ta/Aq e Unica. Oltre agli scioperi nazionali, nella stessa fascia oraria, sono previsti i seguenti scioperi locali: Centro di Controllo d’Aerea di Padova, Aeroporto Milano Linate – struttura Aro/Cbo, Aeroporto di Perugia. È inoltre previsto uno sciopero locale, dalle ore 12 alle 16, presso il Centro di Controllo d’Aerea di Brindisi.