☣️ Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 51 i contagiati e 2 i morti. La situazione a Mantova

22 febbraio 16.30 – Sono saliti a 51 i casi di persone risultate positive al test per il Covid-19 nel nor Italia. Di questi, 39 risiedono in Lombardia, mentre 12 sono i casi accertati in Veneto: sono tutti a Vo’ Euganeo. Otto cittadini cinesi che gestiscono un’attività imprenditoriale a Vo’ Euganeo, comune epicentro del contagio da Coronavirus in Veneto, sono stati portati in ospedale per verifiche sul loro stato di salute. Lo riferisce il sindaco, Giuliano Martini. Il laboratorio gestito dai cittadini orientali è uno dei punti che il Comune e le strutture di prevenzione stanno sottoponendo a verifiche, per le indagini sul possibile ‘punto zero’ della diffusione del virus. Si tratta di sette uomini e una donna. Ancora in corso le indagini per stabilire da chi e come si sia invece sviluppato il focolaio in provincia di Lodi. “Abbiamo la conferma che l’area del basso lodigiano è centro di un focolaio. Possiamo dirlo in maniera abbastanza certa, tutte le situazioni di positività hanno o avuto contatti nei giorni 18 e 19 con il pronto soccorso e l’ospedale di Codogno”. Lo ha detto l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera, facendo il punto sulla situazione del coronavirus in Lombardia.

“L’Italia si colloca, al momento, al primo posto tra i Paesi europei per numero di contagi da coronavirus”. Lo ha confermato Walter Ricciardi, membro del Consiglio Esecutivo dell’Organizzazione mondiale della Sanità.

Alle 19 di oggi, sabato 22 febbraio ci sarà una nuova conferenza stampa con le autorità nazionali per fare il punto della situazione.

Per quanto riguarda la provincia di Mantova, al momento non c’è nessun caso di contagio. Le autorità, tra cui il sindaco Mattia Palazzi, hanno rassicurato la popolazione e attivato tutte le misure preventive presso le strutture sanitarie cittadine che saranno pronte ad affrontare qualsiasi evenienza. Per precauzione operatori sanitari e pazienti dovranno indossare i presidi protettivi. Alcuni pazienti sono già stati sottoposti a tampone come da indicazioni regionali, ma al momento i test non sono ancora pronti. Potenziati anche i turni di servizio. In caso di bisogno l’ospedale è pronto ad aprire un reparto per le maxi emergenze. Nel frattempo al Carlo Poma arriveranno i pazienti affetti da polmonite, negativi al test, che non possono più essere ricoverati presso il nosocomio di Cremona, in cui due perosne sono risultate positive al coronavirus. Annullata la partita al Martelli contro la squadra lodigiana. Prima del match di serie D tra le formazioni maggiori era prevista una mattinata di amichevoli con in campo Esordienti e Pulcini. Le società hanno deciso di non disputare gli incontri. Rinviate anche alcune partite di pallavolo, altre di dilettanti calcio di seconda e terza categoria e pure la Winter Cup al Neolu di Mantova.