☣️ Coronavirus: triage al Pronto Soccorso di Mantova. Ecco tutte le disposizioni delle strutture ospedaliere

Carlo Poma

Nessun caso positivo nella nostra provincia

MANTOVA – Anche nella giornata di martedì 25 febbraio si è riunita l’Unità di Crisi di ASST, che ha visto la partecipazione degli erogatori privati (ospedali, rsa, poliambulatori), in una logica di integrazione per rispondere in modo corale all’emergenza Coronavirus. Si conferma che i tamponi effettuati fino al momento attuale non hanno riscontrato casi positivi.  Di seguito le principali disposizioni dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale.

TRIAGE DEDICATO IN PRONTO SOCCORSO: per accogliere i pazienti  che si presentano al Pronto Soccorso di Mantova con sindrome respiratoria, è stato creato un triage infettivologico dedicato. Questa azione consentirà di facilitare i percorsi all’interno della struttura e di aumentare le misure di sicurezza.

POSTI LETTO IN ISOLAMENTO: sono stati riorganizzati i reparti ospedalieri, in modo da aumentare il numero di posti letto in isolamento, a disposizioni per eventuali necessità.

ATTIVITÁ CHIRURGICA E AMBULATORIALE – SPORTELLI: si conferma la progressiva riduzione degli interventi chirurgici programmati. Saranno garantiti gli interventi in urgenza ed emergenza. L’attività ambulatoriale è regolarmente assicurata, ad eccezione di screening e vaccinazioni. Resta sospesa l’attività degli uffici scelta e revoca, patenti e invalidi.

PUNTI PRELIEVO: sono temporaneamente sospese le attività dei punti prelievo di Campitello, solo nella giornata di mercoledì 26 febbraio e di Castelbelforte solo nella giornata di sabato 29 febbraio. Il punto prelievi di Viadana è al momento chiuso su disposizione di ASST di Cremona. Sono regolarmente in funzione i punti prelievo di Bozzolo, Asola, Castelgoffredo, Ospedale di Mantova, Poliambulatorio di via Trento, Borgovirgilio, Porto Mantovano, Roncoferraro, Borgomantovano, Poggio Rusco, Quistello, Sermide.

CAMERE MORTUARIE: l’accesso alle camere mortuarie è limitato a sole tre persone per ogni deceduto.

MISURE DI SICUREZZA GENERALI: come da disposizioni regionali, ogni paziente e familiare che accederà ai servizi di ASST sarà dotato di mascherina e invitato a lavarsi le mani a scopo precauzionale.