☣️ Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti. Salgono a 25 i casi in provincia

4 marzo 10.00 – L’ultimo bollettino della Protezione Civile parla complessivamente di 160 guariti, 2.263 contagi e 79 decessi. Al momento i dati non consentono ancora di sapere se le misure adottate siano sufficienti o meno per contenere la diffusione del contagio. Nella provincia di Mantova salgono in poco tempo a 25 i positivi al Covid-19. Tra le persone ricoverate al Carlo Poma anche un seminarista, risultato positivo dopo il tampone. Del caso è stata subito informata la diocesi di Mantova. Sei sono i ricoverati in Rianimazione. Ma per il momento non è possibile reperire dati certi in quanto l’ASST invia i dati esclusivamente alla direzione centrale per l’emergenza Coronavirus.

Il Comitato tecnico scientifico voluto dal premier Giuseppe Conte ha predisposto nuove regole, valide per 30 giorni e da applicare in tutta Italia, che potrebbero integrare il Dpcm del primo marzo. Una delle misure è di evitare manifestazioni, anche quelle sportive, che comportino l’affollamento di persone. C’è poi l’invito, a coloro che hanno oltre 75 anni e a chi ne ha più di 65 ed è ammalato, a non frequentare luoghi affollati. Evitare tutti, quando possibile, abbracci e strette di mano, e mantenere la distanza di almeno uno-due metri dalle altre persone. Limitare la permanenza dei parenti di ammalati nelle sale di aspetto dei pronto soccorso e le visite dei familiari degli anziani ospiti nelle case di riposo.

Nuovi strumenti e più personale. Posti letto anche dalle strutture private

Un grande sostegno da Regione Lombardia per nuovo personale, strumentazione tecnica e finanziamenti”. Lo ha dichiarato il direttore generale di ASST di Mantova Raffaello Stradoni durante la conferenza stampa convocata oggi a margine dell’Unità di crisi, sottolineando il grande apporto regionale per l’emergenza Coronavirus. A fronte di fondi specifici in arrivo da Milano, l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Strada Lago Paiolo sta infatti valutando il fabbisogno di professionisti aggiuntivi da inserire in organico, nonché di attrezzature indispensabili per garantire l’assistenza. Il direttore ha inoltre ringraziato le fondazioni private, che stanno accogliendo pazienti inviati da ASST: “Sia l’ospedale di Castiglione delle Stiviere che Green Park hanno reso disponibili posti letto per i malati in condizione cliniche stazionarie o in convalescenza. Ci appoggiamo anche a Suzzara e al San Clemente”. Martedì 3 marzo Stradoni ha fatto visita al presidio di Asola, particolarmente interessato dall’arrivo di pazienti dalla confinante provincia di Cremona. L’ipotesi è quella di aumentare anche ad Asola il numero di posti letto per nuovi casi. Sul fronte dell’attività ambulatoriale, nell’ambito delle misure di contenimento e di sicurezza, si conferma anche per questa settimana la chiusura del punto prelievi di Campitello (mercoledì 4 marzo) e di Castelbelforte (sabato 7 marzo).

Un uomo in quarantena a Curtatone. Esonero delle rette scolastiche per i giorni di chiusura

Uniformandosi a scelte analoghe effettuate da altri Comuni della provincia, l’Amministrazione comunale di Curtatone ha valutato di esonerare dal pagamento della retta di frequenza tutte le famiglie con bambini iscritti agli asili nido comunali di Eremo e Buscoldo per i giorni di assenza dovuti alla chiusura per l’ordinanza prefettizia emessa in conseguenza dell’emergenza Coronavirus Covid-19. Tutto ciò in misura strettamente legata al numero di settimane di chiusura degli istituti scolastici, sino a nuovo ordine. Sono nel frattempo in corso interventi di sanificazione degli asili nido, in luoghi e spazi abitualmente frequentati dai bambini. Il sindaco Carlo Bottani riferisce che: “Un nostro concittadino si trova in isolamento fiduciario in casa propria ad Eremo dopo essere risultato positivo al tampone del Covid-19 (coronavirus). L’uomo sta bene ma in via precauzionale è isolato a casa con i familiari da qualche giorno, accusando nulla piu di qualche linea di febbre. Siamo in contatto costante con lui, con la Prefettura, l’Ats Val Padana e il comandante dei Carabinieri al fine di monitorare la situazione che lo riguarda. È stata inoltre attivata la procedura prevista dal protocollo per coordinare l’attività sul territorio. Si invitano pertanto i cittadini a rimanere tranquilli e a non manifestare inutili allarmismi. Ribadiamo l’importanza dell’applicazione delle norme di comportamento indicate nel Dpcm del 1° Marzo 2020. Eventuali aggiornamenti saranno prontamente comunicati nelle prossime ore”.

Per Confagricoltura è ingiustificato l’attacco ai nostri prodotti agroalimentari

«L’emergenza sanitaria Coronavirus non deve diventare anche emergenza economica». È questo il grido di allarme del presidente di Confagricoltura Mantova, Alberto Cortesi, con il settore agricolo alla finestra in attesa di capire entità e portata delle misure straordinarie che dovranno essere varate a breve dal Governo. «I nostri prodotti – prosegue Cortesi – sono finiti sotto attacco in maniera del tutto ingiustificata. Il Ministero della Salute infatti ha ribadito ancora come non vi siano assolutamente evidenze scientifiche riguardo la possibilità di trasmissione del virus SARS-CoV-2 dagli animali all’uomo, né tantomeno attraverso gli alimenti. La sicurezza alimentare dunque viene garantita dalle attuali norme, come ribadito anche dall’Efsa (Agenzia europea per la sicurezza alimentare)». Quanto a presunte certificazioni “virus free”, Cortesi invita alla massima attenzione: «Invito chiunque dovesse imbattersi in queste certificazioni, non previste e del tutto inappropriate, a segnalarlo alle autorità competenti. Il virus si può trasmettere solo da uomo a uomo». A breve dunque sarà tempo di misure, sia nazionali che europee, per sostenere le aziende colpite dall’emergenza coronavirus: «Nella giornata di domani Confagricoltura invierà al premier Conte un pacchetto di proposte urgenti, per garantire la continuità produttiva e la tenuta del sistema Paese. Al tempo stesso auspichiamo che anche a livello comunitario vengano accolte le nostre richieste di maggiore flessibilità sui conti pubblici 2020». Quanto al settore agricolo nello specifico «bisogna evidenziare come la Pac preveda strumenti di sostegno in caso di gravi crisi di mercato, con una riserva di circa 400 milioni di euro da cui poter attingere nell’immediato. Chiederemo anche che l’emergenza coronavirus sia tra i punti all’ordine del giorno del Consiglio Agricoltura della Ue, in programma il 23-24 marzo prossimi».

Il mercato contadino del Lungorio consegnerà i prodotti anche a casa

I produttori aderenti al mercato sul Lungorio del sabato mattina si rendono disponibili a portare la spesa a casa agli anziani, che non hanno la possibilità di presenziare al mercato. “Siamo pienamente consapevoli delle restrizioni imposte dalle ordinanze comunali, in ottemperanza a quanto previsto dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri, ma allo stesso tempo abbiamo ben presente la funzione anche sociale insita nella mission dei nostri agrimercati – commenta Giuseppe Groppelli, presidente di Agrimercato e Campagna Amica Mantova -. Per questo abbiamo pensato di rispondere innanzitutto alle necessità degli anziani, portando loro la spesa a domicilio in un frangente in cui sono invitati a esporsi il meno possibile all’esterno”. Una sperimentazione che potrebbe anche strutturarsi in via definitiva come modalità di vendita dall’elevato carattere socio-assistenziale. Di seguito le aziende agricole del mercato coinvolte, i prodotti e i numeri di telefono per il contatto: Luca Galeotti (ortofrutta, 348/4744206), Soc. Agr. Parise (riso e prodotti senza glutine, 349/3632914), Luca Tebaldi (prodotti da forno, mostarde, confetture, 3455065086), Sergio Salzani (ortofrutta, 348/5116650), Francesca Borrini (formaggi di capra, 333/4083073), Giuseppe Groppelli (farine e prodotti da forno, 333/1242046), Stefano Zenato (ortofrutta, 338/8062725), Az. Agr. Daolio (ortofrutta, 335/8274770), Emanuele Bonora (ortofrutta, 347/8134846), Nicola Valli (riso, 320/0354909), Luca Alberini (salumi, 335/5710635), Davide Peri (carne bovina, 339/5621618), Giuseppe Bignotti (ortofrutta, 348/2991469), Soc. Agr. Dell’Ibisco (mostarde, confetture pasta fresca, vino, 0376/252960), Sandro Rossetti (ortofrutta, 347/2764122). È possibile contattare anche anticipatamente le aziende agricole, per concordare una fascia oraria di consegna dei prodotti agricoli.

Riapre la Casa del Mantegna

La Provincia di Mantova comunica che dal 3 marzo è riaperta al pubblico la Casa del Mantegna. Gli ingressi alla struttura museale saranno consentiti rispettando i criteri previsti dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e cioè assicurando modalità di fruizione contingentate o comunque tali da evitare assembramenti di persone tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali. Si ricorda che l’orario di visita dal martedì alla domenica è dalle 10 alle 19.30. Lunedì chiuso.

Sospensione Spettacolo Traviata del 6 Marzo causa ordinanza regionale

L’Associazione Italiana Musica in Scena comunica che lo spettacolo “La Traviata” del 6 Marzo alle ore 20,30 in programma al Teatro Sociale di Mantova, è stato spostato a domenica 22 novembre alle ore 17,30 a seguito dell’ordinanza regionale del Ministero della Salute in accordo con la Regione Lombardia in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da CODIV-19 (coronavirus) emanata in data 21 febbraio 2020, del conseguente Decreto Legge del 22 febbraio 2020, del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 febbraio 2020 e del Decreto del Presidente dei Ministri del 1 marzo 2020 in vigore, salvo rettifiche, fino all’8 marzo compreso, che impone la sospensione di tutti gli eventi pubblici. I biglietti acquistati restano validi per la prossima data.