#iorestoacasa: spesa e medicine a domicilio. APAM prende nuove misure preventive

MANTOVA – Il Comune di Mantova sta chiedendo a tutti di restare a casa il più possibile, per questo, per aiutare i nostri anziani, a 24 ore di distanza dal nuovo decreto, ha attivato un servizio per la spesa a domicilio per gli over 70enni. “State in casa, la spesa per gli alimenti e le medicine la facciamo noi e ve la portiamo a domicilio”. Le nuove disposizioni, più severe e rigorose, emanate dal Governo per arginare la diffusione del coronavirus, raccomandano a tutti di stare in casa il più possibile, e hanno lo scopo di difendere il servizio sanitario nazionale e tutelare la salute di tutti in particolare quella delle persone più anziane e fragili. Per questa ragione l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Mantova, insieme al Sepris, ha attivato un servizio di spesa a domicilio per le persone con più di 70 anni. Da martedì 10 marzo, dal lunedì al sabato, dalle ore 8.30 alle 12.30, telefonando al numero 0376 376860 sarà possibile comunicare la lista di alimenti e farmaci di cui si ha bisogno e i volontari del Sepris faranno la spesa portandola poi direttamente a domicilio. “In momenti di emergenza come questi – ha sottolineato l’assessore al Welfare Andrea Caprini – una comunità ha il dovere di pensare principalmente ai più fragili. Ai nostri anziani diciamo di stare in casa e di non preoccuparsi per la spesa e per le medicine perché andiamo noi a prenderle e ve le portiamo direttamente a casa”. Gli anziani, chiamando il numero 0376 376860, entreranno in contatto con gli operatori che daranno un codice tenere riservato per evitare il rischio di truffe. Gli operatori saranno tutti dotati di mascherine e guanti a tutela della salute pubblica.

APAM informa che il servizio di trasporto pubblico urbano e interurbano si sta svolgendo regolarmente seguendo l’orario feriale senza l’effettuazione delle corse scolastiche sino a venerdì 3 aprile 2020. Recependo e diffondendo puntualmente i decreti e le disposizioni governative che via via sono state emesse, APAM ha adottato tutte indicazioni diffuse dal Ministero della Salute garantendo in primis la sanificazione quotidiana del proprio parco di mezzi in servizio di linea – anche con l’importante contributo volontario degli autisti – nonché la distribuzione a tutto il personale delle misure igienico-sanitarie da adottare e di apposito gel disinfettante. Adottando tempestivamente quanto stabilito dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 8 marzo, APAM ha deciso di disporre addizionali azioni proprie per contrastare ulteriormente la diffusione del virus: a partire da lunedì 9 marzo è stato disposto il divieto di salita a bordo bus dalla porta anteriore e la temporanea sospensione della vendita di titoli di viaggio a bordo. APAM ricorda ai suoi utenti di obliterare il proprio titolo di viaggio appena saliti a bordo e di viaggiare nel rispetto della distanza minima di 1 metro dal conducente e dagli altri passeggeri. Qualora nuove disposizioni venissero diffuse l’azienda prontamente adotterà quanto disposto, mirando a mantenere la qualità del servizio erogato e garantire ai propri utenti un trasporto efficiente contribuendo fattivamente alle attività di contenimento del coronavirus.