Tra Comune, ordini professionali e associazioni di categoria c’è intesa per il Piano Mantova

MANTOVA – Procede a ritmi serrati il “Piano Mantova” promosso dal sindaco Palazzi per la ripartenza della città. Venerdì 24 aprile con il secondo incontro è terminato il tavolo sburocratizzazione. Accordo pieno su 10 punti concreti che snelliranno e faciliteranno tempi, pratiche e procedimenti dello sportello unico. Dieci punti per favorire utenti, imprese e professionisti, sostenendo e accompagnando chi vuole investire. “Ringrazio ordini e categorie e lo sportello unico – ha detto il sindaco di Mantova Mattia Palazzi con la sua dirigente Stefania Galli e gli assessori comunali Giovanni Buvoli e Andrea Murari. In una fase straordinaria mettiamo in campo un impegno straordinario, ma dico da subito che vogliamo rendere strutturali sia le misure sia il tavolo sburocratizzazione”.

Quello della sburocratizzazione è un fronte ampio e complesso che deve tenere conto di ciò che è di competenze comunale e ciò che dipende da altre istituzioni. Per questo si è trattato di un lavoro significativo quello svolto dall’Amministrazione e i suoi uffici competenti insieme a categorie e ordini, un’opera che ha registrato la soddisfazione di tutti i partecipanti, all’insegna di una collaborazione fattiva e partecipata. L’incontro ha visto la presenza di 21 realtà, ordini professionali e categorie con un’analisi puntuale della fattibilità delle numerose proposte arrivate sul tema di sburocratizzazione locale. Queste le misure di semplificazione burocratica che il Comune di Mantova si impegna ad attuare da subito:

1. Conferenza di Servizi con coinvolgimento Soprintendenza

Il Comune si impegna a ricorrere alla indizione e convocazione di conferenze di servizi ai sensi degli artt. 14 e seguenti della Legge 241/1990 a scadenza quindicinale nelle quali coinvolgere la Soprintendenza.

2. Protocollo immediato

Il Comune si impegna a protocollare una pratica in ingresso nel giro di due giorni lavorativi. Su tutte le pratiche verrà fatta agli interessati comunicazione del numero di protocollo di riferimento, tranne nel caso delle Comunicazione di inizio lavori asseverate (per le quali verrà emessa, onde evitare la proliferazione di comunicazioni, entro una settimana circa una presa d’atto contenente anche il numero di protocollo) e le comunicazioni di inizio e fine lavori, e in generale per le integrazioni a pratiche già aperte alle quali sia già stato assegnato un numero di protocollo.

3. Accompagnamento tecnico (edilizia e attività produttive)

Il Comune si impegna a:

·  raddoppiare i tempi di ricevimento al pubblico, estendendo anche al mattino la fascia oraria dedicata;

· effettuare l’attività di erogazione informazioni attraverso appuntamenti in videoconferenza;

· estendere l’orario di ricevimento per appuntamento anche ai consulenti per la sismica e per l’invarianza idraulica;

· introdurre un servizio di sms per il recall degli appuntamenti.

4. Adozione piattaforma TEAMS per videoconferenze

Il Comune si impegna a mettere a disposizione dei professionisti la piattaforma TEAMS per effettuare videochiamate con possibilità di condividere documenti on line, sia per gli appuntamenti dedicati all’edilizia sia per quelli dedicati alle Attività Produttive e a svolgere le sedute di Commissione Paesaggio con le stesse modalità.

5. Attivazione di un servizio di chat con i tecnici comunali (edilizia e attività produttive)

Il Comune si impegna a introdurre la possibilità di dialogare in tempo reale con un tecnico comunale via chat tre mattine a settimana.

6. Progetto PARLA CON NOI

Il Comune si impegna a sviluppare il progetto PARLA CON NOI, attraverso la creazione di un banner o una form che consenta a cittadini, imprese, professionisti, di proporre elementi di miglioramento del servizio, che verranno presi in considerazione e mensilmente discussi con gli ordini professionali.

7. Ampliamento plateatici

Il Comune si impegna a standardizzare una procedura snella finalizzata al posizionamento di plateatici per consentire di ampliare in modo gratuito i posti a sedere di un pubblico esercizio.

8. Pratiche occupazioni suolo pubblico

Il Comune si impegna a risolvere le problematiche connesse allo svincolo delle fideiussioni e delle cauzioni nell’ambito della convenzione strade stipulata con Tea.

9. Tempi di rilascio certificato di destinazione urbanistica

Il Comune si impegna a dimezzare i tempi di rilascio del certificati di destinazione urbanistica.

10. Tempi di istruttoria

Il Comune si impegna a dimezzare i tempi di istruttoria per il rilascio dei titoli abilitativi edilizi per quanto di competenza comunale.

Per il Comune di Mantova hanno partecipato ai lavori del secondo tavolo sulla sburocratizzazione, il sindaco Mattia Palazzi, il vicesindaco Giovanni Buvoli, l’assessore all’Ambiente e Urbanistica Andrea Murari, il comandante della Polizia Locale Paolo Perantoni, i dirigenti dello Sportello Unico Stefania Galli e dei Lavori Pubblici Carmine Mastromarino, mentre sono stati invitati al tavolo i seguenti ordini, categorie e associazioni: Ordine Architetti, Ordine Ingegneri, Ordine Agronomi, Ordine Commercialisti, Ordine Geometri, Ordine Periti, ANCE, Confcommercio, Confesercenti, CNA, Confartigianato, Confindustria, API, Ordine Avvocati, Ordine Notai, Confagricoltura, Coldiretti, CIA, ANACI, AIAC, APE.