☣ Fase 2 e 1/4: giovedì 7 riapre il mercato in piazza Sordello, poi quelli contadini e rionali

MANTOVA – Con la Fase 2 ripartono anche in città molte attività economiche, tra queste i mercati cittadini, rionali e contadini ma solo per i generi alimentari. Una ripartenza caratterizzata da regole e disposizioni molto precise e stringenti per garantire e tutelare la salute degli operatori e dei cittadini. A partire da giovedì 7 maggio prende il via il mercato in piazza Sordello con la presenza di 17 banchi. Nella piazza sarà presente un’area delimitata dove già in precedenza erano concentrati la gran parte degli ambulanti.

Il grande mercato del giovedì in piazza Sordello prima del Coronavirus

“Con la fase 2 – ha sottolineato il sindaco Mattia Palazzi tornano i mercati e con essi un pezzo della nostra quotidianità. I mantovani hanno saputo rispettare le regole ma dobbiamo stare in guardia e ricordarci che, come è stato sino ad ora, saranno ancora per lungo tempo i comportamenti di ciascuno di noi a determinare se potremo andare avanti o saremo costretti a tornare indietro. Mi raccomando, dunque, prudenza e rispetto delle regole”.

“E’ una ripartenza quella dei mercati che riaccende, sia pur in modo graduale, il vivere quotidiano della città – ha aggiunto il vicesindaco Giovanni Buvoli. Saremo molto attenti nei controlli perché prima di tutto viene la salute dei cittadini e degli operatori. Rispettiamo le regole perché solo così potremo passo dopo passo uscire dall’emergenza sanitaria e far ripartire la nostra economia”.

La scelta di piazza Sordello è dettata dalla necessità di garantire la rigorosa applicazione delle regole previste dall’ultimo Dpcm del 26 aprile e le successive ordinanza della Regione Lombardia che prevendono la delimitazione fisica delle aree in cui si svolgono i mercati, con l’entrata e l’uscita differenziate e sottoposte ai controlli del rispetto sia delle misure di sicurezza individuale, con l’utilizzo della mascherina e distanziamento sociale, sia del contingentamento numerico degli avventori e della misurazione della temperatura corporea. Sarà consentito l’accesso all’area del mercato ad un solo componente per nucleo familiare, come avviene anche negli altri punti vendita, fatta eccezione per la necessità di recare con sé un minore di 14 anni o una persona non totalmente autosufficiente. All’interno dell’area potrà stare contemporaneamente un numero massimo di avventori pari al doppio rispetto al numero dei banchi.

Il rispetto delle norme di sicurezza dei mercati comunali sarà garantito e coordinato da un Covid Manager nominato dal comandante della Polizia Locale Paolo Perantoni. Inoltre, presso i mercati comunali sarà presente il personale della Protezione Civile, che avrà anche il compito di rilevare la temperatura al pubblico, tramite termometri agli infrarossi, e della Polizia Locale con il compito di verificare il rispetto delle regole.

Per i mercati contadini queste disposizioni saranno garantite dai gestori e il rispetto delle norme di sicurezza sarà verificato dalla Polizia Locale. Le medesime regole valgono per tutti i mercati, con la vendita solo di prodotti alimentari anche in questo caso, che si terranno sul territorio comunale venerdì pomeriggio nel quartiere di piazzale Gramsci con la presenza di 6 banchi; sabato mattina nei mercati contadini del Lungorio in piazza Martiri con 36 banchi, a Borgochiesanuova, che si svolgerà anche il martedì mattina, con 50 banchi alimentari e a Lunetta con 4 banchi. Lunedì pomeriggio riparte il mercato rionale di Te Brunetti con 2 banchi alimentari. Martedì pomeriggio quello di Valletta Valsecchi in via Allende con un banco. Mercoledì mattina riapre anche il mercato contadino di Cittadella in piazza Giulia con 2 banchi.