Addio a Nicolini: sono tanti i messaggi di cordoglio e le dimostrazioni di affetto alla famiglia

MANTOVA – Anche il sindaco Mattia Palazzi e la Giunta del Comune di Mantova, venerdì 8 maggio, hanno espresso il loro cordoglio per la scomparsa di Luca Nicolini. “Questa notte l’amico Luca Nicolini ci ha lasciati. Una perdita enorme, immensa, per la nostra città e per la cultura italiana. Ci stringiamo attorno alla moglie Carla, ai figli Giuseppe e Maddalena e a tutte le persone a lui care, in un abbraccio fraterno, commosso e riconoscente, unendoci al loro cordoglio. In accordo con il sentimento di tutti i mantovani proclameremo il lutto cittadino, condividendo la data con la famiglia. Luca sarà ricordato dai più come il principale protagonista nella creazione e nella crescita straordinaria del Festivaletteratura, un dono non solo al mondo della cultura ma anche alla nostra città che da questo evento, divenuto un modello imitato nel mondo, ha tratto benefici incalcolabili”.

Luca Nicolini era il papà del Festivaletteratura

“Tuttavia chi lo ha conosciuto personalmente porterà nel cuore e nella memoria anche il Luca di tutti i giorni, uomo disponibile e leale, generoso e umile, pacato ma anche determinato e saldo nelle sue scelte, nei suoi progetti, nei suoi valori. Capace di uno sguardo sul mondo di rara profondità, intelligenza e sincerità. Ha dedicato la sua vita alla cultura, avendo sempre cura di trasferirla da una dimensione astratta e lontana ad una più vicina, quotidiana e popolare. Luca ha saputo rendere la cultura un’esperienza viva, presente ed entusiasmante, un’opportunità di crescita per ciascuno e per l’intera comunità. Sapremo onorare la sua memoria e porteremo avanti il suo esempio come un dono e un’eredità per le future generazioni”.

“Esprimo le più sincere condoglianze alla Famiglia, al figlio Giuseppe che sedeva accanto a me in Consiglio Comunale. E’ un lutto che colpisce tutta la città, che ha beneficiato della cultura e della lungimiranza di Luca Nicolini”, ha sottolineato in una nota il Presidente del Consiglio Comunale Massimo Allegretti.

Da sinistra, Nicoletta Bencivenni, Ilaria Beccari (nuova responsabile delle librerie.coop Nautilus), Luca e Carla Nicolini annunciano il ritiro dal lavoro dei fondatori della storica libreria di Mantova, nel giugno scorso

“Con Luca Nicolini ci lascia un amico, un intellettuale appassionato e un grande libraio, che ha impegnato tutta la sua vita a diffondere i libri e la lettura, a portarli tra la gente, facendo di Mantova una delle capitali della cultura italiana. Tutti i librai delle librerie.coop e della Nautilus di Mantova, la sua libreria, sono vicini alla moglie Carla, alla famiglia di Luca e si stringono ai tanti amici, intellettuali, scrittori e semplici cittadini che lo ricordano con profondo affetto e commozione”. Così Nicoletta Bencivenni, presidente di librerie.coop, esprime il cordoglio per la scomparsa la scorse notte di Luca Nicolini, fondatore del Festivaletteratura e della storica libreria Nautilus di Mantova: l’aveva aperta con la moglie Carla nel 1979, e dal 2008 avevano continuato a gestirla con librerie.coop. Lo scorso giugno, con una grande festa in libreria, Luca e Carla Nicolini avevano annunciato il ritiro dal lavoro, restando però in veste di consulenti nella catena indipendente che ha assicurato il passaggio di testimone con lo storico staff di librai e una nuova, giovane responsabile. “Manterremo la promessa fatta quel giorno – aggiunge Bencivenni – di proseguire il lavoro di Luca Nicolini con la stessa passione e motivazione, seguendo il suo esempio per fare delle librerie luoghi aperti alla città e poli di cultura, incontro e dialogo del nostro Paese. Questa è una delle eredità che Luca ci lascia e che, insieme alla sua grande umanità, non verranno dimenticate”.