🎨 Le sculture di Lino Bianco in esposizione dal 30 maggio alla Galleria Sartori

MANTOVA – La Galleria Arianna Sartori di Mantova, nella sala di via Cappello 17, presenterà la mostra personale dell’artista Lino Bianco intitolata “ἄνθρωπος” che tradotto dal greco antico “Antropo” significa: uomo, essere umano, quindi una riflessione dell’artista concretizzata attraverso la modellazione delle sue sculture eseguite con la tecnica della ceramica raku. La mostra sarà aperta al pubblico da sabato 30 maggio (alla presenza dell’artista) a giovedì 18 giugno 2020.

Lino Bianco nasce a Torino nel 1959; si diploma in arte grafica e fotografica e consegue la laurea in architettura. La passione e l’interesse per le espressioni artistiche di vario genere lo hanno sempre accompagnato facendolo operare in ambito pittorico, grafico e fotografico, ma anche in quello della scultura in terracotta, della ceramica raku, della vetrofusione e della fotografia. Vive una sorta di periodica creatività nella quale si concentra e opera all’interno di un’unica disciplina artistica. La sperimentazione e la ricerca diventano un punto fondamentale che funge da stimolo per provare nuove tecniche o utilizzare e manipolare le materie in modo diverso, a volte consciamente errato, che trasformino l’idea in “gradevole sorpresa”. Ha esposto le sue opere in vari manifestazioni sia personali sia collettive, vincendo anche un concorso, ed alcune di esse sono state pubblicate su libri di settore. Nel 2016 vengono posizionate due formelle in ceramica nel Museo “Terra Crea Sartori” a Castel d’Ario (Mn). Molte sue opere fanno parte di collezioni private sia italiane sia estere. Lino Bianco ha lo studio a Sassuolo (Mo).