A Corte Spagnola la musica dei Coffee Jam e un viaggio alla scoperta di Gerusalemme

CURTATONE – Dopo la cancellazione per maltempo della proiezione di “Cena con delitto”, programmata per martedì 4, il giardino di Corte Spagnola torna ad ospitare giovedì 6 agosto alle 21 un nuovo evento della rassegna “Cinema, musica e arte a Corte“. Tocca così ai Coffee Jam ridare vita alla musica degli Anni 80 e dintorni, allietando la serata con brani legati all’adolescenza dei componenti la band: dal frontman Alberto “Pippi” Cavazza al chitarrista Paolo Torelli, dalle tastiere di Diego Freddi al basso di Fausto Carcione e alla batteria di Moreno Marani. Insieme ormai da più di vent’anni e impegnati talvolta in altre formazioni dedicate a diversi generi, come ad esempio gli Eclipse con il loro tributo ai Pink Floyd, i Coffee Jam propongono due ore di spettacolo trascinando lo spettatore attraverso la musica di grandi artisti come Peter Gabriel, Tears for Fears, Dire Straits, Phil Collins e tanti altri.

Ancora un appuntamento culturale nel giardino di Corte Spagnola. La Biblioteca comunale ha organizzato per venerdì 7 agosto alle 19, nello spazio verde antistante la sede municipale, la presentazione del libro “Gerusalemme – Viaggio al centro del mondo” (edito da Unicopli) di cui è autrice Sandra Manzella. L’opera è un reportage con particolare attenzione all’attualità, alla complessità storica e sociale della città israeliana, all’incontro con persone in contesti diversi e contrastanti tra loro, superando apparenze e pregiudizi. Le coordinate culturali forniscono elementi utili a un primo approccio al territorio: una sorta di lettura del paesaggio, dagli spazi ai tempi e alle persone. La consapevolezza di questo mosaico permette di capire lo spirito della Città Vecchia, di attraversare i confini invisibili dei suoi quartieri e di percepirne le peculiarità della vita quotidiana.

I difficili eventi del luglio 2014 (incursione via terra a Gaza) e quelli più recenti dell’estate 2017 (accesso alle zone di preghiera islamiche) sono riportati cercando di captare le ragioni di entrambe le parti coinvolte tramite l’incontro con le persone che lì vivono. Non mancano accenni alle nuove scoperte archeologiche e alle problematiche che queste sollevano nel “riscrivere” le storie della città. Bresciana d’origine ma mantovana d’adozione, Sandra Manzella ha conseguito il diploma in Scienze Religiose presso l’Istituto “San Francesco” di Mantova e ulteriori specializzazioni in ambito linguistico-didattico in Italia e nel Regno Unito. Ha lavorato nel mondo del turismo e attualmente è insegnante di lingua inglese. È appassionata di archeologia biblica. Compie regolarmente viaggi nel vicino Oriente per approfondire temi storico-sociali e da sempre si occupa di dialogo interreligioso attraverso articoli e attività divulgative. Modera l’incontro il consigliere comunale delegato alla cultura Alfredo Balzanelli. La cittadinanza è invitata a intervenire.