In arrivo le richieste di rimborso per danni del meteo a proprietà e attività produttive

lightning during nighttime Photo by Johannes Plenio on Pexels.com

CURTATONE – In esito al fortunale dello scorso 29 agosto l’amministrazione comunale di Curtatone ha rilevato nel proprio territorio molti danni alle proprietà pubbliche e private, ma anche a carico di attività produttive. La stessa amministrazione si è pertanto immediatamente attivata mediante la deliberazione dello stato di emergenza (delibera di Giunta n. 154 del 3 settembre scorso), aprendo la procedura RaSDa che Regione Lombardia ha predisposto al fine di poter ottenere la validazione di evento eccezionale e conseguentemente attivare una procedura di predisposizione di contributo a rimborso dei danni patiti dagli aventi diritto.

La procedura RaSDa prevede che a seguito della validazione dell’evento si possano raccogliere le schede compilate dai residenti aventi diritto e riportanti la descrizione e l’entità economica dei danni patiti. Con delibera di Giunta del 12 settembre u.s. l’amministrazione ha definito in 60 giorni (quindi entro e non oltre le ore 12 del 13 novembre 2020) l’intervallo temporale entro il quale gli aventi diritto possono presentare le schede C1 e C2 debitamente compilate. Tali schede possono essere richieste direttamente all’Area Tecnica del Comune di Curtatone e unitamente ad esse dovranno essere obbligatoriamente allegati la documentazione fotografica, la fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità e una perizia asseverata e giurata redatta da un professionista iscritto al relativo albo professionale (obbligatoria però solo per danni superiori a 15mila euro).

Il Comune precisa inoltre, che la segnalazione danni dà diritto alla possibilità di accedere al contributo che eventualmente sarà erogato nella misura e con modalità da definirsi, ma non fornisce garanzia certa di erogazione, in quanto subordinata all’effettivo stanziamento di fondi statali o regionali.