Woman Empowerment

7 Apr 2023 | Attualità, Economia, Tutti gli articoli | 0 commenti

“Parità di genere nel futuro del Lavoro”

Nei locali di Confindustria Mantova si è tenuto il Convegno “Woman Empowerment” che ha trattato il tema sulla “Parità di genere nel futuro del lavoro”

Il programma prevedeva un dibattito sulle principali tematiche inerenti il lavoro della donna dalla grande impresa alla PMI artigianale.

Dopo i rituali saluti introduttivi del Vice-Presidente Federmanager Rodolfo Bellintani e quelli del Direttore Generale Confindustria Maurizio Migliarotti è intervenuta la dott.ssa Giannina Roatta, Questore di Mantova, la quale ha portato i suoi saluti alla numerosa platea di partecipanti in rappresentanza di aziende, associazioni ed enti vari.

Finita questa parte di saluti ed introduttiva, è seguito l’intervento in collegamento da Roma della Onorevole Elena Bonetti – ex ministra della Famiglia e pari opportunità nel passato Governo del premier Draghi. Il tema toccato è stato incentrato sul percorso politico italiano ed europeo e la valenza socioeconomica della parità di genere sia nell’impresa che nella famiglia e società civile.

Per dare dei dati concreti alla platea di Manager ed Imprenditori presenti è seguito l’intervento di Giuseppe Torre dell’Osservatorio 4.Manager.
4.Manager è una società compartecipata da Confindustria e Federmanager: la relazione ha presentato i risultati di uno studio da poco effettuato e che continuerà negli anni, sulla partecipazione femminile alla managerialità aziendale e sulle % di occupazione di posizioni apicali quali Amministratore delegato , Chief financial officer , Chief financial marketing e similari.
Ne risulta una presenza relativamente ancor bassa ca 20% a livello nazionale contro il 33% della Francia ed il 38% della Germania.
Per contro si rileva che nella scuola secondaria la percentuale di diplomati donne supera del +4 % quella maschile e nella Laurea universitaria il gap in favore della donna è del + 9% nel confronto dei maschi.
Inoltre questa “Onda Rosa” comincia a delinearsi nettamente a livelli manageriali quando già si rileva che nelle nuove nomine dirigenziali fino a 35 anni le nomine maschili sono un – 10% rispetto al passato mentre le donne vantano un gap positivo del +10% ; ancor piu’ marcato il gap positivo in favore delle donne nelle posizioni manageriali fino ad età di 40 anni, con un +28% verso quelle degli uomini. Si direbbe quindi un onda rosa manageriale in forte aumento, che ancor però oggi non si riflette nelle realtà tipo PMI o artigianali mentre già si riscontra nelle grandi aziende nazionali ed internazionali.

LA TAVOLA ROTONDA
Il dibattito è iniziata con una breve presentazione del gruppo MINERVA da parte di Sonia Sottili (Coordinatrice Federmanager Minerva per Mantova).
MINERVA a livello Italia è composta da più di 5.500 iscritte distribuite su tutto il territorio nazionale. L’obiettivo principale è quello di promuovere l’accesso delle donne ai ruoli di leadership nelle aziende italiane e di incoraggiare la partecipazione femminile al mondo imprenditoriale.

A seguire la parola passa a Adriana Nepote – Assessore Comune di Mantova – che evidenzia che le cause del gender gap sono prevalentemente di natura culturale e che nonostante un livello di scolarizzazione pari o superiore a quello degli uomini, le donne continuano ad essere sottorappresentate nelle discipline scientifico-tecnologiche , cosiddette STEM con la conseguente perdita di Talenti ed opportunità. Nel mondo del lavoro servono più leggi che promuovano sostanziali aiuti alle donne anche se il Piano Strategico Nazionale è stato oggetto di numerosi interventi normativi volti a riconoscere equiparazione dei diritti e maggiori tutele alle donne lavoratrici.

Mattia Di Vito in rappresentanza della Provincia di Mantova e Consigliere Delegato Pari Opportunità conferma l’importanza del cambiamento culturale e scolastico in merito all’identificazione del genere, sottolinea inoltre l’importanza, facendosi promotore nel proprio ambito, di iniziative volte a favorire la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro a favore di un maggior benessere delle dipendenti donne.

Elisa Lodi Rappresentante API Mantova ha parlato del proprio impegno e sacrificio a favore degli obiettivi aziendali, condivisi prima in famiglia e poi in prima persona. Nonostante la grande dedizione allo sviluppo della propria azienda , Elisa non ha rinunciato al ruolo di madre ed a trasferire alla nuova generazione l’importanza dell’impegno e del credere nel proprio talento senza arrendersi alle difficoltà della vita.

L’intervento del Direttore di CNA Mantova Elisa Rodighiero ha sottolineato il problema delle imprese artigiane/commercianti femminili, dove esiste il divario di trattamento tra le lavoratrici e le imprenditrici, e l’assenza di welfare aziendale per quest’ultime. Notevoli iniziative intraprese hanno permesso il riconoscimento di finanziamenti ed indennità economiche per maternità, assistenza, formazione ed accesso al credito.

La Presidente Novellini S.P.A. – rappresentante Confindustria Mantova – Barbara Novellini, vuole ricordare con parole incisive che la sua azienda è di guida paritaria e come molta imprenditorialità femminile , di origine dinastica. Competenze e merito sono fondamentali per le decisioni aziendali.

Chiude gli interventi l’ Avvocata Beatrice Biancardi – Presidente Comitato Pari Opportunità dell’Ordine Avvocati di Mantova – menzionando che la parità di genere nell’ordine forense è stata raggiunta, + di 400 avvocati sono donne su di un totale di circa 800.
Prosegue manifestando le difficoltà delle donne nel mondo dell’avvocatura nel conciliare le funzioni genitoriali e di assenza per maternità al punto che diverse colleghe sono costrette ad abbandonare o ridurre la professione.

IL PREMIO ISABELLA D’ESTE – PRIMA EDIZIONE
Il Premio Isabella d’Este è stato istituito da un’idea del Presidente Federmanager Mantova – Luciano Marchiori – assieme alla Coordinatrice Minerva di Mantova – Sonia Sottili – per riconoscere ufficialmente Imprenditrici, Donne Manager che hanno aiutato a contraddistinguere le proprie aziende nel tema sul Gender Gap.
Questo premio, come quello precedente del 28 Ottobre 2022 – in collaborazione con Cri.Bi.S., sono 2 situazioni che ogni anno saranno ripetute per riconoscere il valore di aziende e persone che aiutano con il loro operato a far crescere il tessuto economico industriale.

CONCLUSIONI
Sonia Sottili – Coordinatrice Minerva Mantova
È necessario promuovere iniziative culturali e convezioni per disporre di servizi dedicati al rientro post maternità, alla gestione dei figli ed alla tutela della genitorialità. Recentemente è stato intrapreso un importante progetto formativo per specializzare avvocati alla difesa del diritto antidiscriminazione.

Nei locali di Confindustria Mantova si è tenuto il Convegno “Woman Empowerment” che ha trattato il tema sulla “Parità di genere nel futuro del lavoro”

Il programma prevedeva un dibattito sulle principali tematiche inerenti il lavoro della donna dalla grande impresa alla PMI artigianale.

Andrew Boscaini

Sintonizzarsi con Alzheimer

Esiste una sorta di falsa credenza generalizzata: le persone con l’Alzheimer o altri tipi di demenza tendono a disconnettersi dal mondo esterno per entrare nel loro mondo interiore distante e irreale. Questo non è vero, e solo pensando che la persona affetta da Alzheimer sia diversa, perde la sua identità di fronte alla società e i suoi sentimenti perdono la loro validità quasi in modo automatico.

leggi tutto

Ostiglia, ricco cartellone

Tre commedie brillanti con attori e Compagnie di caratura nazionale, una serata di Teatro Canzone con un grande interprete e il tradizionale appuntamento con l’Operetta il 16 gennaio caratterizzano il sedicesimo cartellone della Stagione Teatrale 2024 di Ostiglia, in partenza al Teatro Monicelli l’11 gennaio con “Pigiama per sei”,
con un cast di attori di tutto rispetto: Laura Curino, Antonio Cornacchione, Max Pisu, Rita Pelusio.

leggi tutto