Un’Europa solo d’Immagine

9 Giu 2023 | Terza Pagina, Tutti gli articoli | 0 commenti

Alluvione in Emilia Romagna e presenzialismo

La catastrofica alluvione in Emilia Romagna continua a essere lo scenario tra fango e miseria che tale devastazione letteralmente offre indegnamente pure l’occasione a molti politici da fare la propria passerella d onore. In onda e sulle tutte le principali TV, seduti a bordo di un elicottero che sorvolava le aree colpite, si mostravano le immagini di Ursula Von Der Leyen, Giorgia Meloni e Bonaccini in segno di vicinanza al popolo emiliano più uniti che mai.

Certo si potrebbe discutere a lungo della decadenza della politica italiana. Ma vien da chiedermi che fine abbia fatto la Meloni sovranista che Ursula Von Der Leyen non la poteva vedere manco di striscia! Criticata pure aspramente e sull’operato dell’Europa: tanto per ricordare la questione mascherine! Ve lo ricordate!? Vero!? Potremmo anche ridire su Bonaccini ma sarebbe come sparare sulla Croce Rossa anche perché ci vuole una certa faccia di bronzo a farsi vedere sorridente pur sapendo perfettamente che i 50 milioni di euro di fondi statali che servivano a prevenire questa tragedia non sono stati spesi causa i tempi previsti da contratto.

Ma torniamo a parlare di Ursula: una sorta di divinità calata in scena dal cielo con un elicottero ed intervenuta appositamente per risolvere tutti i nostri problemi. L’Europa ha portato una ventata di umanizzazione. E quanto è bravo il nostro governo che l’ha portata qui tra noi comuni mortali. Qualcuno ci vuol far credere che non siamo lo zerbino d’Europa in quanto alleati di pari grado e dimostrazione vuole quell’abbraccio tra le due Signore!

Così vuole che la misericordiosa Europa ci guarisca da tutti i mali grazie alle vagonate di soldi del PNRR (Fondo di Solidarietà Europea). Ma come non ricordare che giorni fa al “G7” discutevano sull’opportunità di inviare gli F-16 all’Ucraina (aerei tattici multiruolo supersonici) così da gonfiare l’industria bellica che è letteralmente l’industria più inquinante al mondo.
E come dimenticare le parole di Ursula Von Der Leyen che fa la morale sulla transizione verde. Brava altresì a metter mano al portafoglio degli italiani asserendo che la transizione verde porterà vantaggi energetici e, io dico, tanta povertà.

Poi il depauperamento nel settore alimentare del Parmigiano Reggiano sostituito dalla farina di grillo con tutte le conseguenze nel settore che questo comporta. Un’Europa che va a decretare che la pace si fa con più armi e munizioni e grazie ai fondi del PNRR.
Per non parlare delle sanzioni che avrebbero dovuto colpire l’economia Russa e che invece ha colpito noi tutti che già stavamo in ginocchio per via del virus pandemico. Con la venuta di Ursula Von Der Leyen tutto è risolvibile ma a discapito del nostro debito pubblico che i nostri figli pagheranno a caro prezzo!
Tra selfie, abbracci e applausi l’abbiamo portata in giro fierosamente e orgogliosamente. Ma a preoccupare è ben altro. Ho imparato a conoscere bene questi personaggi e non mi aspetto niente di che!
La gente anziché protestare ha estratto il cellulare per fare selfie urlando e ringraziando il nome di Ursula.
Per quanto la maggior parte delle persone pensi che mentire non sia moralmente corretto vorrei citare una frase di Vasco Rossi: siamo esseri inutili e imperfetti travestiti da saggi e arroganti nonché artefici del nostro destino. Ci raccontiamo balle tutto il giorno.

Sergio Olivieri

Sintonizzarsi con Alzheimer

Esiste una sorta di falsa credenza generalizzata: le persone con l’Alzheimer o altri tipi di demenza tendono a disconnettersi dal mondo esterno per entrare nel loro mondo interiore distante e irreale. Questo non è vero, e solo pensando che la persona affetta da Alzheimer sia diversa, perde la sua identità di fronte alla società e i suoi sentimenti perdono la loro validità quasi in modo automatico.

leggi tutto

Ostiglia, ricco cartellone

Tre commedie brillanti con attori e Compagnie di caratura nazionale, una serata di Teatro Canzone con un grande interprete e il tradizionale appuntamento con l’Operetta il 16 gennaio caratterizzano il sedicesimo cartellone della Stagione Teatrale 2024 di Ostiglia, in partenza al Teatro Monicelli l’11 gennaio con “Pigiama per sei”,
con un cast di attori di tutto rispetto: Laura Curino, Antonio Cornacchione, Max Pisu, Rita Pelusio.

leggi tutto